Il Museo del Sale di Cervia: info utili e biglietti

Un museo interamente dedicato all’oro bianco

La città di Cervia è profondamente legata alle sue saline da dove, ancora oggi, si estrae il pregiato sale dolce. La raccolta di questa materia prima si fa a fine agosto e l’unica salina dove è ancora possibile ammirare il metodo artigianale è quella del Camillone. Il tipo di lavorazione e le caratteristiche dovute all’ambiente in cui viene trattato, hanno contribuito a dare al sale il riconoscimento come presidio Slow Food, assegnato nel 2004.

Saline di Cervia

Per comprendere meglio la storia e le origini della nostra bella città ti accompagniamo alla scoperta del MUSA (Museo del Sale). Si trova nel centro storico, all’interno del Magazzino Torre dove si conservava il sale. Accanto si trova la Torre San Michele, una fortificazione che aveva lo scopo di tenere al sicuro l’oro bianco durante le scorribande dei pirati. Di fronte c’è il Magazzino Darsena, dove si custodiva il sale una volta uscito dal Magazzino Torre. Questi edifici erano collegati da canali dove navigavano le imbarcazioni che trasportavano il sale.

Uno spazio creato dai salinari

Nel corso degli anni Ottanta un gruppo di appassionati, guidati dall’ex salinaro Agostino Finchi, iniziò a raccogliere materiale per mantenere viva la storia e la tradizione di questo antico mestiere. L’obiettivo del Gruppo Civiltà Salina di Cervia era quello di raccontare come avveniva la raccolta e la lavorazione del sale.

Nel 1989 iniziarono i lavori per trasformare un’ala della parte seicentesca del Magazzino del Sale in un museo con una mostra permanente dove esporre testimonianze e attrezzi legati al mondo delle saline e alla vita dei salinari. La ricerca durò oltre 15 anni e, nel 2004, dopo una ristrutturazione dell’edificio fu inaugurato il MUSA.

MUSA Museo del Sale di Cervia

Cosa vedere al Museo del Sale

Visitare il MUSA equivale a fare un tuffo nella storia della città e nel mestiere del salinaro. Sono proprio i “nonni salinari” in persona che con le loro parole ti trasportano nella Cervia del passato e ti raccontano tanti aneddoti curiosi. Puoi vedere con i tuoi occhi tanti antichi attrezzi in legno usati per la produzione e la raccolta del sale, le immagini dei salinari al lavoro, l’oggettistica e tutto ciò che ruota attorno al mondo del sale e dell’antica salina.

L’economia di Cervia, fino alla fine degli anni Cinquanta, si basava per la maggior parte sulla raccolta di questa materia prima. Con il passare degli anni, le piccole saline a conduzione familiare sono state sostituite da grandi vasche dove il sale viene raccolto e fatto evaporare per poi essere lavorato e venduto.

le antiche saline di cervia

All’interno del museo sono anche presenti delle zone dedicate alla flora e alla fauna del territorio, dove vengono raccontate le loro caratteristiche e variazioni dovute alla particolarità di queste terre e del mare che le bagna.

Oltre alla zona espositiva all’interno del Magazzino, merita una visita l’antica Salina del Camillone, dove i salinari del gruppo culturale Civiltà Salinara spiegano il processo di produzione del sale con la dimostrazione pratica delle varie fasi: dalla raccolta alla lavorazione.

saline di Cervia

Info pratiche: biglietti e orari

Visitare il Museo del Sale è una delle cose da fare assolutamente quando si visita Cervia. Il biglietto costa 2€ per gli adulti e 1€ per chi ha dai 13 ai 18 anni. L’ingresso è gratuito la prima domenica del mese per tutti e sempre per:

  • Chi ha meno di 13 anni;
  • Le persone con disabilità;
  • Chi accompagna un gruppo come guida o interprete;
  • Chi è iscritto all’ordine dei giornalisti;
  • Chi è socio del Gruppo Culturale Civiltà Salinara.

Il MUSA è aperto tutto l’anno con i seguenti orari:

  • Estivo, dal 1° giugno al 15 settembre, tutte le sere dalle 20:30 alle 24:00;
  • Invernale, dal 16 settembre al 31 maggio sabato, domenica e festivi dalle 14:30 alle 19:00;
  • Lunedì e martedì dalle 14:30 alle 19:00 e sabato e domenica dalle 9:30 alle 12:30 per i gruppi di almeno 15 persone che prenotano la visita in anticipo.

La stagione migliore per organizzare una visita al MUSA e alle saline? Noi ti consigliamo l’estate per avere l’opportunità di provare in prima persona l’esperienza di diventare “Salinaro per un giorno” e imparare i trucchi del mestiere direttamente dai maestri.

Cervia è una continua scoperta e ha davvero tanto da offrire: la spiaggia e la buona cucina sono solo due dei tanti motivi per programmare una vacanza qui. Per sapere quando apriremo le porte dei nostri Hotel ti consigliamo di iscriverti alla newsletter di MiMa Club Hotel.

Ti piace questo articolo? Condividilo!

Autore

Sandro Boni
Sandro Boni
Gemello di Piero, è il proprietario dell'hotel Majestic. Il dono dell'ubiquità lo rende un padrone di casa attento e sempre premuroso.