Viaggio alla Scoperta Dei Vini Tipici Di Romagna

Il vino in Romagna è da sempre simbolo di convivialità e rispecchia il carattere ospitale dei suoi abitanti. La nostra è una terra fertile, ricca di prodotti tipici unici al mondo ed è anche un’importante area di viticoltura da tempi millenari.

Dalla costa adriatica fino alle colline, passando per Rimini e Cesena, in questo rigoglioso fazzoletto di terra crescono dei vitigni pregiati e molto conosciuti. Robusti, dalla grande struttura e poco frizzanti: tutti i vini locali che ne derivano sono eccellenti, ognuno con proprie caratteristiche e peculiari note aromatiche.

La nuova denominazione “DOC Romagna”

Dal 2011 inoltre, il Consorzio dei Vini di Romagna ha approvato il disciplinare di produzione “Romagna”, attestazione di qualità e garanzia nel mondo vinicolo che accorpa tutte le precedenti denominazioni della zona.

L’obiettivo è quello di salvaguardare e promuovere al meglio a livello nazionale e internazionale la tipicità e la tradizione che caratterizzano cinque vini del territorio romagnolo. Vuoi scoprire quali? Iniziamo il nostro Wine Tour!
Vini di Romagna | MiMa Club Hotel

Sangiovese

Il Sangiovese, con denominazione DOC sin dal 1967, è forse il più conosciuto tra i vini della nostra terra. Coltivato da molti secoli, viene prodotto in cinque tipologie – Novello, base, Superiore, Riserva e Superiore Riserva.

Si dice che il suo nome gli sia stato attribuito dai frati cappuccini, che lo producevano all’interno del convento di Sant’Angelo. Lo chiamavano Sanguis Jovis, “sangue di Giove” poi diventato Sangiovese.

Vino rosso corposo dal colore rubino, si accompagna perfettamente con arrosti, grigliate e carni rosse ma anche con primi di pasta ripiena o secca e con i formaggi.

Albana

L’Albana è il vitigno romagnolo per antonomasia. Le prime tracce risalgono al 1495 ma era conosciuto per certo già all’epoca dei romani. Coltivato esclusivamente in Romagna, è un vino di grande lignaggio: è infatti il primo in Italia ad ottenere nel 1987 la DOCG.

Uno degli abbinamenti meglio riusciti è quello con formaggio di fossa, confettura di fichi e miele di castagno. Da provare!

Trebbiano

È un vitigno a bacca bianca che produce un vino bianco leggero da consumare rigorosamente entro l’anno successivo alla vendemmia. La sua origine risale al periodo etrusco, quando la zona che corrisponde all’odierna Romagna venne bonificata.
Il Trebulanus viene ricordato già da Plinio nella sua “Storia Naturale”. Ha ottenuto la DOC nel 1973.

Di colore giallo paglierino e discreto grado alcolico, si abbina perfettamente con antipasti leggeri, insalate di mare, formaggi freschi e molli. Lo si apprezza al meglio con piadina e affettati.

Pagadebit

Ottenuto dal vitigno del Bombino Bianco, il Pagadebit è un bianco color giallo paglierino dai riflessi verdognoli ed è considerato un autentico simbolo della tradizione romagnola.

Il suo nome particolare deriva dalle sue caratteristiche: questo vino è infatti rinomato per essere resistente alle avversità climatiche ed estremamente produttivo anche durante le cattive annate. In passato questo garantiva ai contadini la possibilità di estinguere i debiti accumulati durante l’anno e rispettare i patti concordati sulla parola, i cosiddetti “Pagadett”.

Ottimo con risotti a base di pesce e con i tradizionali Passatelli, si accompagna bene anche con secondi a base di carni bianche e grigliate di pesce.

Cagnina

Vini di Romagna | Mima Club Hotel
Molto probabilmente le origini della Cagnina sono friulane, anche se la sua coltivazione nel territorio romagnolo è molto antica. Se ne parla infatti già nell’epoca bizantina, durante la quale si dice che il vitigno venne importato dall’Istria e dalla Dalmazia, assieme alle pietre calcaree utilizzate per la costruzione dei grandi monumenti di Ravenna.

Ha un colore rosso violaceo con una leggera spuma e nel suo profumo si riconoscono sentori di frutti rossi. La Cagnina va bevuta giovane, entro l’anno successivo di produzione.

Si abbina perfettamente con la Ciambella Romagnola, con i tortelli dolci ripieni di saba, con le castagne arrostite e con altri piatti tipici del periodo autunnale. Che dire, Cin Cin!

Vini, ricette, gusti e tradizioni: la Romagna è tutta da scoprire! Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi conoscere altre curiosità, iscriviti alla newsletter del MiMa Club Hotel compilando il box qui a lato, ti guideremo alla scoperta del nostro territorio!

Ti piace questo articolo? Condividilo!

Autore

Sandro Boni
Sandro Boni
Gemello di Piero, è il proprietario dell'hotel Majestic. Il dono dell'ubiquità lo rende un padrone di casa attento e sempre premuroso.