Pranzo Di Natale In Perfetto Stile Romagnolo: Cosa Mettere A Tavola

Natale è ormai alle porte e noi di Mima Club Hotel stiamo già pensando ad organizzare il pranzo del 25 dicembre. In fondo lo diciamo spesso, noi Romagnoli amiamo metterci a tavola, soprattutto a Natale!

La nostra tradizione vuole il pranzo natalizio rigorosamente a base di carne. Se sei in cerca d’ispirazione per il menu di quest’anno, eccoti la nostra proposta totalmente Romagna Style: dall’antipasto al dolce, scopri insieme a noi alcune delle migliori ricette del luogo, tramandate di generazione in generazione. E attenzione: non parleremo né di passatelli né di cappelletti in brodo!

Antipasto: tagliere con i prodotti tipici

Semplice ma irresistibile: l’antipasto natalizio DOC non può che essere una carrellata di salumi e formaggi tipici del nostro territorio, gli stessi che accompagnano aperitivi e bicchieri di vino sui banconi dei bar.

L’ideale è utilizzare un tagliere rotondo in legno da collocare al centro della tavola e da dove tutti possono servirsi, da riempire con diverse varietà di leccornie. Ti diamo qualche spunto per comporre il tuo goloso antipasto (le quantità sono a piacere!):

  • Prosciutto crudo a fette non troppo sottili
  • Coppa di maiale stagionata
  • Ciccioli di maiale secchi
  • Pancetta arrotolata aromatizzata alle spezie
  • Salame nostrano a lardelli grossi
  • Formaggio di fossa stagionato
  • Squacquerone con rucola
  • Piadina a volontà!

Un consiglio: rimuovi dal frigo i salumi appena prima di servirli a tavola e sistema i formaggi morbidi in ciotoline individuali!

Primo: nidi di rondine alla romagnola


Oltre ad essere squisito questo primo piatto di pasta fresca all’uovo è un piacere anche per gli occhi: la forma arrotolata della sfoglia ricorda molto una rosa, ecco perché questa ricetta è nota anche come “Rosette Romagnole”. I nidi di rondine vengono generalmente farciti con prosciutto cotto, formaggio e besciamella ma è possibile personalizzarli a piacere aggiungendo il proprio tocco personale. Noi ti proponiamo la versione classica.

Ingredienti

Per la farcitura:

  • 300 g di prosciutto cotto
  • 300 g di Emmental a fette
  • 60 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Per la pasta:

  • 2 uova
  • 200 g di farina

Per la besciamella:

  • 50 g di burro
  • 50 g di farina 00
  • Sale q.b.
  • Noce moscata q.b.

Preparazione:

  • Per prima cosa prepara l’impasto con le uova e la farina e fallo riposare per circa 30 minuti.
  • Nel frattempo passa alla besciamella: sciogli in un tegame il burro e aggiungi man mano la farina continuando a mescolare. Versa poi il latte e mescola aiutandoti con una frusta per evitare che si formino grumi. Aggiungi sale e noce moscata. Continua a mescolare fino ad ottenere la consistenza desiderata.
  • Trascorsa la mezz’ora di riposo stendi l’impasto, lavorandolo fino a ottenere una sfoglia liscia di circa 1-2 millimetri. Tagliala in grandi rettangoli da immergere in acqua bollente e salata per pochi secondi. Scola e passa la pasta sotto l’acqua fredda, poi riponila ad asciugare su un canovaccio.
  • Una volta asciutta, con un cucchiaio distribuisci su tutta la superficie della pasta uno strato di besciamella e aggiungici le fette di prosciutto cotto, il Parmigiano Reggiano. e le fette di Emmental. Arrotola ora la pasta fresca e ritaglia i rotoli in piccole fette di circa 3/4 cm circa.
  • Disponi ordinatamente le fettine in una pirofila. Spolvera con un’ultima grattata di Parmigiano Reggiano e inforna per 20 minuti a 180°.

Secondo: arrosto di Mora Romagnola e scalogno IGP

Conosci la Mora Romagnola? Si tratta di un’antica razza suina originaria proprio della Romagna e conosciuta per il sapore particolarmente speziato della sua carne. Come secondo ti proponiamo di utilizzarla per preparare un delizioso arrosto, accompagnato dal profumo intenso dello Scalogno di Romagna, con denominazione IGP.

Ecco gli ingredienti:

  • 400 g di Scalogno di Romagna
  • Olio extravergine di oliva
  • 50 g di aceto bianco
  • 50 g di vino bianco secco
  • 2 foglie di alloro
  • 5-6 grani di pepe
  • 1 Kg di carne di maiale da arrosto di Mora Romagnola
  • 1 carota
  • 1 sedano
  • 1 scalogno per soffritto
  • Sale q.b.

Preparazione:

  • Pulisci e taglia a rondelle sottili lo scalogno. Fallo rosolare nell’olio fino a quando non diventa trasparente. A questo punto, aggiungi l’aceto bianco, il vino, le foglie di alloro, i grani di pepe e il sale.
  • Mantieni la cottura con il fuoco basso. Una volta evaporati i liquidi di cottura, lo scalogno dovrebbe aver assunto una consistenza cremosa.0
  • Soffriggi nell’olio un trito di carota, sedano e altro scalogno in una pentola larga. Quando il trito prende colore riponi l’arrosto condito con sale e pepe. Ricopri il tutto con il latte, metti il coperchio e fai cuocere per circa un’ora a fuoco medio.
  • Aumenta la fiamma per ultimare la cottura. Rimuovi il coperchio e fai rapprendere il latte. Taglia l’arrosto a fette appena diventa tiepido e bagnalo con il suo sugo. Servilo accompagnato con la salsa allo scalogno.

Dolce: Il Porcospino romagnolo


Molto amato dai bambini, questo simpatico dolce natalizio è un’alternativa originale al classico tiramisù oltre ad essere un ottimo modo per finire il pranzo con un tocco di allegria! Lo prepariamo insieme?

Ingredienti:

  • 400 g di burro
  • 6 rossi d’uovo
  • 12 cucchiai di zucchero
  • 8 cucchiai di caffè
  • 150 g di mandorle sgusciate
  • Pan di Spagna oppure savoiardi
  • Chicchi di caffè

Procedimento:

  • Comincia tagliando a listarelle le mandorle, da tostare poi al forno o in padella. Saranno gli aculei del nostro porcospino.
  • Monta i tuorli con lo zucchero e il burro, dopodiché aggiungi il caffè. Fai poi riposare la crema in frigo per 15 minuti.
  • Inizia a creare un ovale con il Pan di Spagna o i savoiardi (possibilmente inumiditi con del liquore) Aggiungi i vari stati di crema e Pan di Spagna o savoiardi fino a dare forma al corpo del porcospino, aiutandoti con una spatola.
  • Riponi il il dolce in frigo per almeno 2 ore. Infine, guarnisci il tutto con le mandorle. Con 3 chicchi di caffè crea gli occhietti e il nasino. In alternativa puoi utilizzare del cioccolato o pezzetti di biscotto. Bello e buono!

È venuta anche a te l’acquolina in bocca? Se vuoi scoprire altre curiosità e ricette dall’Emilia Romagna e scoprire in anteprima le novità del MiMa Club Hotel, iscriviti alla nostra newsletter compilando il box a lato!

Ti piace questo articolo? Condividilo!

Autore

Angela Bucheli
Angela Bucheli
Moglie di Piero, da più di 20 anni con lui gestisce il Solemare e da 5 il Peperittima Beach Club, con un tocco unico di creatività.